La casa: dove incontrare noi stessi

Questa pandemia induce alla riflessione, ci fà incontrare con noi stessi.
Ci porta a fare delle valutazioni sulla qualità della nostra vita.
Ci costringe a guardarci negli occhi.
Ci vieta di rifugiarci nel fare shopping con l’amica del cuore, di partire per un week end al mare, ci vieta di andare ad un concerto , a teatro, al cinema, ci vieta di mischiarci tra la folla e ci vieta ogni abbraccio, ogni sguardo se non con una mascherina che stropiccia la faccia e il cuore, a 1 metro di distanza e solo se, si ha la fortuna remota di incontrarsi.
Siamo soli. lontani da amici e parenti, lontani dalla folla ma siamo come non mai, più vicini ai nostri familiari. siano essi 1, 2 o 10.
Ed eccoci qui, a vivere l’inaspettato, ciò che abbiamo sempre dato per scontato..
Anche questi, sono i momenti in cui capisci chi ti vuol bene veramente.
E’ una fase che in qualche modo ho già vissuto e ho visto cose che, con il tempo, mi hanno danno conferme importanti.
Quando stavo male, alcuni dei “migliori” sono scappati via per lasciare spazio a chi mi ha imboccato, accudito, amato, rassicurato. Alcuni di quelli, si chiamavano “meno importanti”.
questa fù una grande lezione di vita!
E quanto ci insegnano le condizioni forzate.
Questa “guerra” ha un paio di cose in comune con il periodo della malattia e, in realtà anch’essa è generata da quest’ultima.
Non sò perchè o forse si, ma si torna ad avere sete di conferme affettive.
Il come stai di un’amica, il buongiorno speciale di tuo figlio, i messaggi di tuo fratello, la telefonata della nonna, l’amore di tuo marito, e di tutte quelle anime che al solo pensiero sono in grado di farti emozionare.
In certi momenti capisci anche quali sono le priorità da dare alla tua vita, i progetti più importanti, i sogni da realizzare, le città che vorresti visitare, il futuro da disegnare.
E se, alla fine del viaggio, riuscirai a specchiarti anche con gli occhi chiusi, allora si, che avrai guardato fino in fondo, dentro di te….

Pubblicato da alessia

Alessia Marcoccia, nasce a Roma. Autrice e regista di Musical. Insegnante in Accademie di moda e spettacolo. Ha lavorato come coreografa e insegnante di portamento Nel 1996 inizia la sua carriera artistica, partecipando a diversi programmi televisivi in Rai e Mediaset.(Beato tra le Donne, Festa di Classe, Ciao Darwin, Uno Mattina, Furore, ecc) Nel 1998 fonda la Showcase, società di organizzazione e produzione grandi eventi. Oggi I AM events. Nel 2010, debutta con la sua prima opera musicale inedita. Scrive diversi format ed ha ideato e organizzato eventi di prestigio a carattere nazionale. Ha collaborato con diversi quotidiani nelle pagine Cultura e Spettacolo. Attualmente impegnata con una nuova opera musicale di cui è autrice e regista. Nel 2020 è autrice del romanzo autobiografico dal titolo “Tocco il cielo e torno” edito da Bertoni Editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.