SANTA LUCIA mi accompagnò all’uscita

Arrivarono gli infermieri e non suonò nessuna sveglia.
Una dottoressa dell’equipe, mi raccontò dell’intervento. “Non dimenticherò mai il sudore del professor Maira, l’indecisione in alcuni momenti e poi il trionfo nell’appoggiare la massa sul tavolo chirurgico.”
Tolsero via il gesso e  anche i punti. Li strapparono via con decisione, senza tentennamenti né ripensamenti. Forse era così che si faceva, forse così faceva meno male. Tornai a sentire il mio corpo, ma mi accorsi con sdegno che non avevo sensibilità sul viso: se mi avessero tagliato la guancia non avrei sentito nulla.
Se mi dovessero conficcare un coltello nel viso, non mi accorgerei di nulla, pur convivendo costantemente con il dolore che esso genera.
La vista poi non funzionava come doveva: non vedevo un letto, bensì tre.
Era il giorno di Santa Lucia, protettrice dei ciechi, e la pregai in silenzio di aiutarmi. “Alessia, è finita… oggi!”

Pubblicato da alessia

Alessia Marcoccia, nasce a Roma. Autrice e regista di Musical. Insegnante in Accademie di moda e spettacolo. Ha lavorato come coreografa e insegnante di portamento Nel 1996 inizia la sua carriera artistica, partecipando a diversi programmi televisivi in Rai e Mediaset.(Beato tra le Donne, Festa di Classe, Ciao Darwin, Uno Mattina, Furore, ecc) Nel 1998 fonda la Showcase, società di organizzazione e produzione grandi eventi. Oggi I AM events. Nel 2010, debutta con la sua prima opera musicale inedita. Scrive diversi format ed ha ideato e organizzato eventi di prestigio a carattere nazionale. Ha collaborato con diversi quotidiani nelle pagine Cultura e Spettacolo. Attualmente impegnata con una nuova opera musicale di cui è autrice e regista. Nel 2020 è autrice del romanzo autobiografico dal titolo “Tocco il cielo e torno” edito da Bertoni Editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.